Principale generaleRiscaldamento a pavimento elettrico - costi e consumo di elettricità

Riscaldamento a pavimento elettrico - costi e consumo di elettricità

contenuto

  • Consumo di energia elettrica: riscaldamento a pavimento elettrico
  • i costi di acquisizione
    • Tappetino riscaldante o pellicola riscaldante
    • termostato
    • Note
  • costi d'esercizio
    • Fattore: Pavimentazione
    • Fattore: prestazioni
    • Fattore: tipo corrente
  • Prezzi per l'installazione
  • Il giusto comportamento di riscaldamento
  • Ulteriori informazioni importanti

Il riscaldamento a pavimento elettrico nel bagno aumenta il comfort e ti tiene caldo nelle giornate fredde. Il riscaldatore può essere utilizzato sia come opzione di riscaldamento aggiuntiva per un riscaldatore a combustione che in combinazione con un riscaldatore elettrico a parete. Scopri nella nostra guida quali spese devi aspettarti per l'installazione e il funzionamento.

Quando si pianifica il sistema di riscaldamento, i costi operativi sono un problema importante. In tempi di aumento dei costi energetici, è importante prestare attenzione a una progettazione efficiente. Sebbene il riscaldamento a pavimento sia considerato particolarmente conveniente, è anche costoso. Pertanto, è fondamentale prestare attenzione al consumo di energia in anticipo, al fine di risparmiare i costi di manutenzione in un secondo momento. Per questo, la scelta del giusto modello di riscaldamento, nonché l'installazione e il comportamento del riscaldamento sono decisivi. Ma anche le tariffe dell'elettricità sono significativamente diverse, il che offre anche opzioni di controllo qui. Durante l'installazione, i costi dipendono dal produttore, dai costi del materiale aggiuntivo e dalla sottostruttura esistente.

Consumo di energia elettrica: riscaldamento a pavimento elettrico

Il consumo di riscaldamento a pavimento elettrico dipende da vari fattori:

  • spazio di vita
  • pavimentazione
  • comportamento riscaldamento
  • Efficienza del riscaldatore scelto
  • Isolamento / isolamento
  • temperatura selezionata
  • temperatura esterna

Pertanto, il consumo di energia può essere influenzato in una certa misura durante l'installazione del riscaldatore e durante l'uso successivo. Scegliendo il riscaldamento, il pavimento e l'isolamento / isolamento è possibile ridurre i costi di manutenzione. Durante l'uso è fondamentale la frequenza di utilizzo del riscaldatore e la temperatura desiderata.

Consumo energetico = metri quadrati x potenza per metro quadrato x tempo in ore

Consumo di elettricità all'ora su 12m²:

  • Riscaldamento con 100 Watt / m² = 1200 Watt / h = 1, 2 kWh (max 35 ° C)
  • Riscaldamento con 150 Watt / m² = 1800 Watt / h = 1, 8 kWh (max 45 ° C)
  • Riscaldamento con 200 Watt / m² = 2400 Watt / h = 2, 4 kWh

i costi di acquisizione

I costi iniziali dipendono dall'area di base e dalla potenza termica desiderata. Esistono anche differenze di prezzo per tappetini riscaldanti e pellicole riscaldanti. Inoltre ci sono spese per la preparazione della metropolitana, che dipendono dalle circostanze esistenti.

Tappetino riscaldante o pellicola riscaldante

Il riscaldamento a pavimento che decidi dipende dal sottofondo e dall'attuale sottosuolo.

riscaldatori
Per un rivestimento del pavimento in legno (laminato, parquet) o moquette, si consiglia l'uso di pellicole riscaldanti. Se il substrato è in cemento, pietra o massetto, è possibile utilizzare una potenza termica superiore (100 - 150 Watt / m²). Per un sottoscocca in legno, si consiglia una bassa potenza termica (55 - 100 Watt / m²).

Costo al m²: 45, - a 55, - €

Riscaldamento a pavimento elettrico - foglio di riscaldamento

tappeti di riscaldamento
I tappetini riscaldanti sono più comunemente utilizzati su pavimenti in piastrelle o pietra. Tuttavia, con bassi wattaggi (max 100 watt / m²) sono adatti anche per pavimenti in laminato.

Costo al m²: 42, - a 45, - €

Riscaldamento a pavimento elettrico - tappetino riscaldante

termostato

Per l'uso di un riscaldamento a pavimento elettrico è necessario l'uso di un termostato. Questi sono spesso offerti in un set (riscaldamento a pavimento, termostato). Il prezzo di uno "Starter-Set" parte da 89, - €.

Note

Non è necessaria una conservazione
Anche se i costi dell'elettricità sono a prima vista più elevati rispetto alle corrispondenti spese per petrolio o gas, il vantaggio del riscaldamento rimane necessario. Un riscaldatore elettrico è ora attivo quando il calore è effettivamente necessario. A differenza dei riscaldatori a combustione, non è necessario riscaldare lo stoccaggio. I costi operativi per l'accumulo di calore vengono quindi eliminati.

Il tempismo è possibile
I termostati regolano la modalità di riscaldamento. Se è integrata una moderna tecnologia di controllo, è anche possibile utilizzare singoli programmi di riscaldamento o un controllo del tempo. Ciò rende possibile spegnere il riscaldamento di notte o accenderlo appena prima di tornare a casa. In bagno, il processo è spesso ancora più semplice, poiché il riscaldatore viene generalmente utilizzato solo in determinati momenti e in questo caso viene acceso appena prima dell'aumento di temperatura desiderato. Ciò riduce i costi energetici.

Non è necessaria l'installazione su tutta la superficie
Con una superficie di 12 m², non è necessario coprire l'intera area con riscaldamento a pavimento. Superfici per la vasca, la doccia o altre nicchie omesse.

termostato

costi d'esercizio

Fattore: Pavimentazione

Nel bagno le piastrelle sono spesso posate sul pavimento. La pavimentazione è facile da pulire e resistente agli schizzi, ma ha lo svantaggio di non poter penetrare molto bene nel calore del riscaldatore. Questo a sua volta porta ad un aumento dei costi energetici. Lo stesso vale per marmo e granito. Una migliore permeabilità al calore è fornita da laminato, parquet e PVC.

PVC, moquette, legno e sughero trasferiscono il calore più rapidamente sulla superficie del pavimento e quindi riducono i costi dell'elettricità. La fase di riscaldamento è ridotta e l'energia può essere utilizzata immediatamente. D'altra parte, le piastrelle nel bagno immagazzinano meglio il calore e durano più a lungo. Questa funzione aiuta anche a risparmiare sui costi energetici.

Diversi rivestimenti per pavimenti

Fattore: prestazioni

Un valore importante per il calcolo dei costi energetici è la potenza del riscaldatore selezionato. È espresso in watt per metro quadrato. Per determinare i costi energetici, è necessario conoscere la potenza di riscaldamento, la metratura e la durata. Quindi si determinano i costi energetici tenendo conto dei prezzi attuali del proprio fornitore di energia elettrica utilizzando le seguenti formule:

  • Consumo energetico = metri quadrati x potenza per metro quadrato x tempo in ore
  • Costi dell'elettricità = consumo di energia x prezzo per il kWh

Caso 1: riscaldamento come riscaldamento aggiuntivo
Supponiamo che il riscaldamento a pavimento elettrico abbia una copertura dell'area di 100 watt per metro quadrato e che il bagno abbia una dimensione di 12 m². In questo caso, il consumo di energia all'ora viene calcolato come segue:

  • Consumo energetico = 12 m² x 100 watt per m² x 1 h = 1200 watt = 1, 2 kWh

I costi dell'elettricità dipendono ora dai prezzi del rispettivo fornitore:
Se hai scelto una tariffa in cui paghi 30 centesimi per kWh, ciò comporta i seguenti costi totali per ora di utilizzo:

  • Costi dell'elettricità = 1, 2 kWh x 0, 30 Euro = 0, 36 Euro / h

Nel bagno, il riscaldamento non viene solitamente utilizzato durante il giorno, ma funge da ulteriore opzione di riscaldamento, in modo da non avere i piedi freddi. Con un tempo di funzionamento giornaliero di 2 ore (1 ora prima e la sera) ciò comporterà costi elettrici annuali di:

  • Costi annuali dell'elettricità = costi dell'elettricità all'ora x ore all'anno
  • Costi annuali dell'elettricità = 0, 30 Euro x 730 h = 219, - €

Questa somma aumenta o diminuisce in base al tempo di utilizzo giornaliero. Poiché il riscaldamento viene solitamente utilizzato solo in inverno o in autunno, in pratica si può ipotizzare una riduzione della metà dei costi di manutenzione:

  • Costi di gestione per l'inverno e l'autunno = 219, - € / 2 = 109, 50 €

Caso 2: il riscaldamento è l'unica fonte di energia nel bagno
Soprattutto con una successiva espansione di un bagno o un'estensione, spesso sarebbe troppo costoso collegare la stanza al sistema di riscaldamento esistente. Quando si tratta di piccoli locali, il riscaldamento a pavimento è spesso sufficiente. Inoltre, se necessario, è possibile utilizzare un riscaldamento a parete elettrico, che occupa anche solo una piccola quantità di spazio ed è facile da installare.

In questo esempio, la potenza del riscaldatore è impostata più elevata rispetto al primo esempio, poiché il riscaldatore dovrebbe fornire una temperatura più elevata per essere più efficace. La superficie totale del bagno è di 12 m².

  • Potenza del riscaldatore: 150 watt / m²
  • Prezzo per chilowattora: 30 centesimi
  • Vita utile all'anno: 2.000 ore (circa 5 - 6 ore al giorno)

I costi dell'elettricità per il bagno sono calcolati come segue:

  • Consumo energetico = 12 m² x 150 watt / m² x 2.000 h = 3.600.000 watt / h = 3.600 kWh
  • Costi dell'elettricità = 3.600 kWh x € 0, 30 = € 1080 all'anno

Questa somma aumenta o diminuisce anche in base al tempo di utilizzo giornaliero. Poiché il riscaldamento viene solitamente utilizzato solo in inverno o in autunno, in pratica si può ipotizzare una riduzione della metà dei costi di manutenzione:

  • Costi di gestione per l'inverno e l'autunno = 1080, - € / 2 = 540, - €

Fattore: tipo corrente

Eco-elettricità o elettricità convenzionale "> Prezzi per l'installazione

Le spese per l'installazione sono composte da vari fattori. Nel calcolo, è necessario tenere sempre conto dei seguenti elementi:

  • Prezzo per il riscaldamento
  • il costo del lavoro
  • Costo di preparazione
  • Prezzi per la pavimentazione
  • aiuto

Prezzi per il riscaldamento

I prezzi per il riscaldamento differiscono per l'esecuzione del riscaldamento, per il produttore e le prestazioni. Se si tratta di un set completo che include un termostato, dovrai spendere circa € 100 al metro quadrato e ottenere una potenza di 150 watt / m². La lamina di riscaldamento non è generalmente consigliata per piastrelle e costa circa 25 € al m² . Un tappetino riscaldante più sottile e più semplice comporta costi compresi tra 40 e 60 € al metro quadro.

il costo del lavoro

Più lavoro fai da te, meno investimenti sono necessari. Se hai bisogno di supporto o non vuoi fare un po 'del lavoro da solo, dovrai sostenere tra i 50 € e i 100 € in costi di manodopera all'ora lavorativa. Inoltre, vengono spesso calcolati i tempi di viaggio e i costi di noleggio degli strumenti necessari.

Costo di preparazione

Prima di poter iniziare l'installazione del riscaldamento a pavimento, è necessario eseguire i lavori preparatori necessari. Questi possono comportare costi aggiuntivi e devono pertanto essere presi in considerazione nel calcolo dei costi totali.

  1. Rimuovere vecchi rivestimenti per pavimenti, sabbia, residui di adesivo o strati di cera.

Di conseguenza, si incorre in costi di manodopera, che naturalmente cessano di esistere quando si esegue il lavoro da soli. Tuttavia, sono necessari strumenti adeguati per questo. Le smerigliatrici possono spesso essere prese in prestito presso il negozio di ferramenta, i prezzi variano a seconda del fornitore. In media, devi pagare con spese da 10 a 20 euro per smerigliatrice. Inoltre c'è la posizione di un deposito, che ti viene rimborsato direttamente dopo il reso.

  1. Devi levigare la superficie e bilanciarla.

Se ci sono danni nel terreno, questi devono essere compensati. Avrai bisogno di materiali di bilanciamento in modo che i costi dipendano dalla quantità di lavoro richiesto.

  1. Isolamento acustico a impatto e isolamento termico.

Al fine di aumentare l'efficacia del riscaldamento a pavimento e risparmiare successivamente i costi energetici, è necessario garantire un isolamento sufficiente. L'isolamento acustico dell'impatto riduce il rumore e allo stesso tempo cattura l'energia. Aspettatevi una media di 10 Euro al m².

isolamento acustico

Costo della pavimentazione

Le piastrelle sono spesso utilizzate in bagno perché insensibili agli spruzzi d'acqua. Per ogni metro quadrato, devi aspettarti una spesa compresa tra 4 e 25 euro. L'importo esatto dell'investimento dipende dal modello di piastrella selezionato, poiché esistono notevoli differenze di prezzo. Posare le piastrelle da soli, quindi offre un grande potenziale di risparmio.

Suggerimento: in ogni caso, acquista più tessere di quelle che hai calcolato perché devi aspettarti una rottura. Inoltre, è vantaggioso risparmiare una piccola scorta, se in seguito sono necessarie più tessere.

Se si decide in bagno per un pavimento diverso o si desidera fornire una parte del bagno con un pavimento diverso, si ottengono i seguenti prezzi:

  • Parquet: da 15 € a 40 € al metro quadrato
  • Pavimenti in PVC: da 5 € a 20 € al metro quadrato
  • Pavimento laminato: da 5 € a 25 € al metro quadrato
  • Moquette: da 5 € a 20 € al metro quadrato

Spese di manutenzione

Un grande vantaggio del riscaldamento a pavimento elettrico è che elimina le spese di manutenzione. I riscaldatori a combustione devono essere sottoposti a manutenzione una volta all'anno. Ciò comporta costi di manutenzione per la pulizia della caldaia, la sostituzione delle guarnizioni e il riempimento dell'acqua. I riscaldatori a pavimento elettrici, d'altra parte, non richiedono manutenzione ma devono solo sottoporsi a un test funzionale.

Attenzione: tuttavia, considerare il caso delle riparazioni necessarie. In questo caso, la creazione di un accesso o la creazione dello stato originale può comportare un aumento dei costi di riparazione.

Il giusto comportamento di riscaldamento

A causa del comportamento al riscaldamento, si influenzano in larga misura i costi operativi. Per le piastrelle, è importante considerare il tempo di preriscaldamento. Il materiale si riscalda solo lentamente, così tanta energia viene spesa in questa fase. Il calore viene quindi immagazzinato per un po ', che può essere utilizzato. Sarebbe inefficace riscaldare le piastrelle più volte in successione e lasciarle raffreddare di nuovo. Anche l'apertura della finestra all'accensione del riscaldamento è considerata costosa e dovrebbe pertanto essere evitata. Le porte aperte possono anche consentire al calore di fuoriuscire.

Suggerimenti per lettori veloci:

  • Il consumo energetico dipende da:
    • comportamento riscaldamento
    • modello di riscaldamento
    • dimensioni della stanza
    • temperature
    • Isolamento / isolamento
    • pavimentazione
  • I costi di acquisizione dipendono da:
    • modello di riscaldamento
    • supplementi
    • proprio contributo
    • fondazioni
  • Consumo di elettricità = area di uscita x area x tempo di riscaldamento
  • Costi energetici = consumo di elettricità x costi / kWh
  • I costi possono essere controllati
  • prestare attenzione a un buon isolamento / isolamento
  • I costi di installazione dipendono dal produttore
  • osservare la massima potenza
  • esempio:
    • Come riscaldamento ausiliario bagno di 12 m² - circa 109 € all'anno (2 ore al giorno in autunno e inverno)
    • Riscaldamento singolo: bagno di 12 m² - circa 1080 € all'anno

Ulteriori informazioni importanti

  • Sfiatare il riscaldamento a pavimento
  • Retrofit riscaldamento a pavimento
  • Costruzione di un riscaldamento a pavimento
  • benefici
  • temperatura di mandata
  • Il riscaldamento non si riscalda
Categoria:
Cucire Baby Gown - Guida fai-da-te gratuita per principianti
Poncho in maglia stesso - istruzioni gratuite per i principianti